Inzaghi e Marotta: “Lavoriamo per portare la seconda stella all’Inter”

A poche settimane dall’inizio del campionato di Serie A 2022/23, alcuni giocatori dell’Inter, oltre Inzaghi e Marotta, hanno rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Dazn, fissando anche gli obiettivi da raggiungere a Maggio.

Sia il tecnico che l’ad hanno affermato di puntare alla conquista dello scudetto, con queste parole: ” La seconda stella sarebbe un sogno. Lavoriamo dal 6 luglio con quell’obiettivo, ma sappiamo che abbiamo delle rivali che vorranno fare lo stesso e che si sono rinforzate moltissimo”.

Inzaghi ha poi proseguito nella sua intervista, parlando della scorsa stagione e cosa si aspetta da quella che verrà; “Avrei messo una firma grandissima per la stagione che abbiamo fatto lo scorso anno. Abbiamo fatto davvero molto bene, abbiamo giocato un gran calcio per gran parte della stagione. Per farla diventare stratosferica è mancato lo scudetto, per due punti, e cercheremo di farlo quest’anno”. Il tecnico ex Lazio si è poi espresso nei confronti di chi vede la sua squadra come favorita per il titolo: “È capitato lo scorso anno, dopo diverse cessioni non si parlava di Inter. Siamo stati bravi noi a giocare bene e vincere le partite e poi tutti indicavano noi. Tante squadre hanno speso più dell’Inter negli ultimi due anni e avranno l’obiettivo scudetto”.

Marotta invece, ha proseguito nella sua intervista, contiunando a spiegare quanto sia importante per l’Inter vincere lo scudetto: “Bisogna avere il coraggio di tramutare i sogni in qualcosa di concreto, tutto sommato è giusto essere ambiziosi quando ci si pone degli obiettivi sportivi”. Interrogato poi sulla cocnorrenza che potrebbe trovare la sua Inter durante la stagione, in particolare nella Juventus, ha risposto affermando  “È sempre una squadra che deve essere considerata come favorita in ogni competizione, lo sarà anche quest’anno. Starà a noi contrastarla, sicuramente sta facendo una campagna acquisti di alto valore. La misura del valore di una squadra va fatta a fine mercato, di sicuro noi guardiamo a casa nostra e siamo certi che questi sia una rosa competitiva. Ben vengano i duelli, ma non metterei solo la Juve: ci sono Milan, Roma e Napoli”.

Infine ha parlato uno dei nuovi acquisti nerazzurri, Mkhitaryan, il quale ha parlato del suo arrivo a Milano e quali obiettivi ha in mente di raggiungere questa stagione: “Ho sentito tanto Dzeko, Lukaku e Darmian, con cui avevo già giocato. Mi hanno raccontato tanto. Lukaku? Abbiamo avuto 6 mesi a Manchester dove siamo stati molto bene in campo e ci ritroviamo anche qui. L’ho trovato più forte”. Il centrocampista armeno, ha poi concluso perlando del suo addio alla sua ex squadra, la Roma:  “Ho scelto l’Inter, mi spiace aver lasciato Roma, ma il calcio cambia velocemente e io voglio ancora vincere. Mourinho e la Roma hanno provato in tutti i modi a convincermi, è vero, ma per me essere all’Inter è stata la decisione migliore. Loro hanno preso Dybala e sono molto contento”.