Il pagellone nerazzurro, gli esterni: Perisic ira di dio, Dumfries in crescendo

Perisic Inter

Dopo i pagelloni di portieri, difensori e centrocampisti, è il turno degli esterni. Lo scettro di miglior esterno, nonché miglior giocatore della stagione nerazzurra (a mio avviso), va ad Ivan Perisic. Il croato è stato determinante in ogni partita, lasciando il segno con goal e assist.

Perisic Inter Supercoppa
Perisic solleva la Supercoppa Italiana vinta contro la Juventus.

Perisic 9: un’ira di dio. Stagione da incorniciare quella del 33enne ex Bayern, condita da 51 presenze, 10 reti e 9 assist. Un valore aggiunto, un campione per antonomasia. Corre, dribbla, recupera, difende, attacca, segna di destro, di sinistro, di testa, dal dischetto. Sempre determinante, con una mentalità al di fuori del normale, dal punto di vista agonistico. Rimarrà indimenticabile la sua doppietta in finale di Coppa Italia contro la Juventus, così come le due sfide contro il Liverpool. La speranza è quella di continuare a vederlo coi colori nerazzurri, in attesa dela fumata bianca per il rinnovo del contratto.

Dumfries Perisic Inter Coppa Italia
Dumfries e Perisic di ritorno da Roma dopo aver conquistato la Coppa Italia.

Dumfries 7: stagione in crescendo per Denzel. Partita malissimo, per quanto avesse molteplici attenuanti: un nuovo campionato, una preparazione atletica svolta col Psv, salvo ritrovarsi all’Inter a metà agosto, a 10 giorni dall’inizio della Serie A. Le difficoltà con l’apprendimento di una nuova lingua sono state mitigate grazie al lavoro di Stefan De Vrij. Dopo il fallo su Alex Sandro, che costò rigore e pari, contro la Juventus lo scorso 24 ottobre, la sua stagione è migliorata. Velocità, fisico, dribbling e goal (ben 5 in tutta la stagione). A Torino si è poi preso la sua rivincita, conquistando il rigore della vittoria. Può sicuramente migliorare, soprattutto dal punto di vista tecnico.

Darmian Inter Coppa Italia
Darmian bacia la Coppa Italia.

Darmian 6.5: una certezza. L’ex United rappresenta quel giocatore di cui puoi sempre fidarti. Preciso, sicuro, determinato. Abile sia nella fase difensiva che in quella offensiva. Stagione condita da 36 presenze, con due goal (stupendo quello di testa contro il Cagliari) e tre assist (tra cui quello determinante per Sanchez in Supercoppa). Darmian è quel giocatore che ti fa dormire sonni tranquilli, il gregario che tutti gli allenatori vorrebbero avere in squadra. E noi ce lo teniamo stretto.

Gosens Inter
Gosens esulta dopo la rete del 3 a 0 contro il Milan in Coppa Italia.

Gosens 6: stagione complicata quella dell’ex bergamasco. Giunto a fine gennaio, ma in campo solo dopo un mese per via di un infortunio muscolare importante che lo ha tenuto a lungo impegnato in infermeria. Si è visto poco con la Beneamata, complici le prestazioni monstre di Ivan Perisic. Ha però lasciato il segno, con un goal contro il Milan in Coppa Italia ed un assist contro la Salernitana. Da agosto sarà interessante vedere come Simone Inzaghi sfrutterà la potenza del tedesco, alternandola con quella di Perisic (sempre in attesa del rinnovo). Un problema quasi lussureggiante.